strie
strie
 


 



CALENDULA
Calendula officinalis L.

strie

di Micaela Balice

Nomi popolari: Margaita, Gangian (Lig.), Fior d'mort, Courtesia, Sitruole (Piem.), Fior de San Peder (Lomb.), Calendria, Dormioti (Ven.), Madaleins, Purcitis (Friuli), Gazan, Calandla, Ganzant (Em.), Callandria, Fior d'ogni mese, Cappuccina (Tosc.), Garofano di Spagna (Abr.), Calenna (Laz.), Carenula, Primo fiore (Pug.), Mamlina, Catinedda, Carsennula (Sic.), Frore de cada mese (Sard.), Calenzola, Fiorrancio.

Quando guardo la calendula penso subito al sole, ma all'aspetto femminile del sole.
E' come se, benché tutto di lei sia impregnato di una potenza maschile (la grande corolla, l'odore pregnante, lo spessore delle foglie, la tenace presenza durante tutto l'arco dell'anno, la capacità di adattamento in mezzo ad altre specie – ovvero la sua socialità) essa rimanga femminile nel suo animo, nella sua essenza.

A tradirla sono i semi, a falce di luna, che si compongono a raggiera richiusa, una volta che il fiore ha finito il suo compito, una volta che essa ha risolto il suo ruolo sociale.
Solo allora può esprimersi come femminile, generando mezze lune che a loro volta genereranno nuove piante pronte a sbocciare ad ogni calenda, ad ogni nuova luna.

Così come si tradisce nel suo uso: maschile nella cura per la pelle, organo di comunicazione col mondo esterno; femminile nella cura degli organi interni ed in particolare di quelli femminili.
Colei che risana le ferite del corpo così come quelle dell'animo: quelle della vita così come quelle dell'emotività femminile così fragile e lunatica da lasciare i segni nella parte più intima di sé.
Dolce e delicata, si preoccupa di noi e con generosità continua a proteggerci, a risanarci.

Genere: Maschile
Segni e Pianeti: Scorpione, Acquario – Venere, Sole, Luna.
Elemento: Fuoco
Poteri magici: protezione, sogni profetici, questioni legali, poteri psichici.

Fiori e foglie: stimolanti digestive, colagoghe, bechiche, emmenagoghe, antispasmodiche, ipotensive. Ricche di acido salicilico e Vit. C (vedi Glossario erboristico).
Uso esterno: cicatrizzanti, cataplasmi antipiaghe, ulcere, scottature, geloni (unguento).

In cucina: fiori coloranti e aromatizzanti. le foglie possono essere usate nelle insalate miste. Boccioli come falsi capperi.

Caratteristiche infuso dei fiori:
Profumo: dolce.
Colore: ambra
Sapore: morbido, erbaceo, leggermente amarognolo.

LA CALENDULA IN CUCINA

FALSI CAPPERI:
mettere i boccioli chiusi di calendula, puliti e ben asciutti, in una soluzione fredda costituita da mezzo litro di aceto di frutta, un cucchiaino di sale e una foglia di alloro. Versate in vasetti, chiudete bene e conservate al buio.

RISOTTO ALLE CALENDULE
per 4 persone:
350 gr. riso
100 gr. burro
1 cipollina
1 tazza fiori di calendula
50 gr. parmigiano grattugiato
1/2 bicchiere vino bianco secco
brodo (di dado vegetale)
sale, pepe

Tritare finemente la cipolla e farla cuocere con 40 gr. di burro a fuoco molto basso. Aggiungere riso, sale, pepe e mescolare. Sfumare con il vino ed aggiungere i fiori di calendula finemente tritati e 1/2 lt. di brodo bollente.
Continuare la cottura come al solito per i risotti. Togliere dal fuoco piuttosto al dente e aggiungere il burro rimasto e il parmigiano.





© 2009 Testo di Micaela Balice per www.strie.it
Qualsiasi riproduzione, senza esplicito consenso dell’autrice è vietata.


Immagini:
Intestazione:Clendule, fotografia originale di Micaela Balice

Bibliografia:
AAVV, Le Erbe, Fabbri Ed., 1994
CUNNINGAM SCOTT, Enciclopedia della piante magiche, Mursia, 1992
POMINI LUIGI, Erboristeria italiana, Minerva Medica, 2000
JEAN VALNET, Cura delle malattie con ortaggi, frutta, cereali e argilla, Giunti, Firenze, 1987


 

info@strie.it



strie
TORNA ALLA HOMEPAGE



STRIE Associazione Culturale - Località Cascine 86 10020 Verrua Savoia (To)
info@strie.it - www.strie.it - cell. 3475203280

Grafica e animazioni di Maria Giusi Ricotti - Il Calderone Magico



calendula officinalis